Normative

Tutti i sistemi di azionamento per porte automatiche installati da Doormatic soddisfano integralmente i requisiti richiesti dalle normative vigenti.

Nelle dichiarazioni di conformità degli ingressi automatici devono essere indicate le Direttive Macchine, Bassa Tensione e Compatibilita Elettromagnetica, nonchè le altre normative vigenti in particolare il D.Lgs. 81/08 sulla sicurezza.

Brevi cenni ai riferimenti normativi

Il Decreto Legislativo 81/2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, obbliga a fare manutenzione a impianti, macchine, dispositivi di sicurezza ecc. introducendo il concetto di regolarità (art. 15.c). Inoltre il medesimo D.LGS. 81/08 impone l'immediata eliminazione dei difetti e dei fuori uso che possano in qualche modo pregiudicare la sicurezza (art. 15.z). Il DPR 151/2011 cita testualmente: gli Enti e i Privati responsabili di attività soggette a controlli di prevenzione incendi, hanno l'obbligo di mantenere in stato di efficienza i sistemi, i dispositivi e di effettuare verifiche di controllo e manutenzione. I controlli, le verifiche e gli interventi di manutenzione devono essere annotati su apposito registro che deve essere reso disponibile ai controlli .

Il D.Lgs. 81/08 dispone che tutte le porte sulle vie di fuga, le porte tagliafuoco e quelle munite di dispositivi di chiusura automatici, devono essere regolarmente controllate affinché operino in perfetto stato di efficienza. L'attività periodica di controllo e la manutenzione devono essere effettuate da personale competente e qualificato.

Direttiva Macchine 2006/42/CE del 05.04.2013. La Direttiva Macchine compete al settore chiusure automatiche in quanto le chiusure automatiche sono state definite "macchine".

Direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE. La Direttiva Bassa Tensione compete al settore chiusure se sono presenti circuiti elettrici. Per Bassa Tensione si intendono i circuiti in c.a. tra 50 Volt e 1.000 Volt ed in c.c. tra 75 Volt e 1.500 Volt.

Direttiva Compatibilità Elettromagnetica 2004/105/CE. La Direttiva Compatibilità Elettromagnetica si applica ad ogni apparecchio in grado di generare perturbazioni elettromagnetiche o di esserne influenzato. Richiede che le emissioni elettromagnetiche prodotte dal prodotto in oggetto non interferiscano con il regolare funzionamento degli apparecchi radio e di telecomunicazioni presenti in prossimità e che il prodotto in oggetto non venga influenzato con pericolo nelle proprie funzioni in presenza di perturbazioni elettromagnetiche prevedibili.

EN 13241-1 entrata in vigore il 1° maggio 2005. La norma specifica i requisiti prestazionali e di sicurezza di porte, portoni, cancelli e barriere destinate all'installazione in aree frequantate da pedoni e per i quali il principale uso previsto è l'accesso sicuro di beni e veicoli ad aree industriali, commerciali e residenziali.

EN 12445 intitolata "sicurezza in uso di porte motorizzate" nella quale vengono definiti i metodi di prova da applicare per dimostrare la conformità dei requisiti specificati nella EN 12453 la quale definisce i requisiti atti nello specifico alla misurazione delle forze sviluppate dalla porta o simili.

EN 16005 entrata in vigore il 12.05.2013 che sostituisce le precedenti EN 12650-1 ed EN 12650-2 relativamente ai requisiti di sicurezza delle porte motorizzate.

Emanata la circolare N. 4963 del 04/04/2012 con oggetto: Uso delle vie e uscite di emergenza in presenza di porte scorrevoli orizzontalmente munite di “dispositivi di apertura automatici ridondanti”.

EN 16361 entrata in vigore a settembre 2013 relativa a porte pedonali motorizzate diverse da quelle a battente.

Richiesta informazioni: